12

Mag

Guida per rendere private le cartelle del pc

di Andrea Lazzarini in: Hacking

Con questo trucco renderemo le nostre cartelle “private”. Seguiteci…

Aprite Risorse del computer e fate doppio clic sull’unità in cui è installato Windows (generalmente l’unità C, a meno che il computer non disponga di più unità).

Se il contenuto della cartella è nascosto, in Processi del sistema fate clic su Visualizza il contenuto dell’unità. Portatevi sulla propria cartella utente (Documents and Settings – UTENTE). Fate clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella del proprio profilo utente (o una delle sottocartelle) e quindi scegliete “Condivisione e Protezione”.

Qui spuntate l’opzione “Rendi la cartella Privata” per l’accesso esclusivo. Attenzione: questa opzione è disponibile solo per le cartelle incluse nel proprio profilo utente, ovvero la cartella Documenti e le relative sottocartelle e le cartelle Desktop, Menu Avvio, Cookies e Preferiti.

Se queste cartelle non vengono rese private, chiunque utilizzi il computer può accedervi. Quando si rende privata una cartella, anche le relative sottocartelle diventano private. Se si rende ad esempio privata la cartella Documenti, diventano private anche le cartelle Musica e Immagini.

Quando si condivide una cartella, tutte le relative sottocartelle diventano condivise, a meno che non le si renda private. È possibile rendere private le cartelle solo se l’unità è formattata con il file system NTFS. Inoltre è necessario aver impostato una password di accesso per la propria utenza. Se non la si possiede e si desidera crearla bisogna andare in Pannello di controllo – Account utente – Crea password. Da questo momento chiunque entrerà senza essersi loggato con la nostra password e cercherà di aprire la nostra cartella privata riceverà l’errore: “Impossibile accedere a C:\Documents and Settings\UTENTE. Accesso Negato”

Tag: Hacking

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes