22

Ott

Censura immediata: possibile “grazie” a Microsoft!

di Davide Spadone Whirly2481 in: News Informatiche

Censura immediata: possibile “grazie” a Microsoft!

La censura è stata sempre oggetto di critiche nel corso dei secoli. A partire da radici storiche come “Index Librorum Proibitorum” ai giorni nostri con trasmissioni televisive oscurate, concorrenti dei reality bestemmiatori e chi più ne ha più ne metta. Poteva mancare la “prezzemolina” Microsoft anche in questa tematica? No signore! Microsoft censurerà! E lo farà, per giunta, in tempo reale, per il bene dei pubblici più sensibili.TADAM!

L’Ufficio brevetti statunitense ha “investito” Microsoft dei diritti di sfruttamento di un’invenzione descritta in un brevetto depositato nel 2004 , che risponde al nome di “censura automatica dei dati audio”. Il progetto è ambizioso: infatti, sopperirà alla vigilanza dell’uomo e consentirà ai programmi in diretta di fluire senza il disturbo di “sconvenienze” vocali!

Ma come funziona? Il filtro “antiturpiloquio” si basa sul confronto tra i fonemi contenuti nel flusso audio e quelli contenuti in una blacklist: qualora una potenziale combinazione di fonemi superi una certa soglia comparativa con la combinazione di fonemi da censurare, il flusso audio viene alterato, la parola in questione viene censurata. Che B(ip)ellezza!

Tag: News Informatiche, windows

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes