27

Gen

FBI lancia appello per gli smanettoni del web, Anonymous che fa?

di Domenico Puzone in: News Informatiche , Sicurezza Informatica

Sul sito ufficiale dell’FBI compare un interessante bando di concorso. No, non riguarda l’ingresso all’interno del gruppo dei Federali, ma tutt’altro. L’invito è rivolto a tutti gli smanettoni del web che sono in grado di creare un’applicazione.

L’agenzia FBI è interessata a creare un team di tecnici in grado di creare applicazioni che permettano di analizzare tutte le attività, in tempo reale, che ci sono sulle reti sociali, in modo che si raccolgano informazioni in merito a minacce sia a livello nazionale che globale.

Una specie di super analizzatore che integra e raccoglie informazioni su contenuti che vengono pubblicati sui social network, effettuando statistiche e sondaggi di ogni genere. L’FBI sul sito scrive ” I social network sono una fonte primaria di intelligene perché sono la più grande risposta chiave di eventi ed è lì che vengono raccolte informazioni sullo sviluppo di situazioni rischiose per la nazione e per il pianeta“.

La polizia federale degli Stati Uniti ha dunque lanciato un appello a coloro che sono considerati ‘smanettoni’ affinché producano un programma in grado di leggere tutte le informazioni in tempo reale e fornire una dettagliata analisi di ciò che potrebbe accadere. I principali social network che interessano all’FBI sono Facebook e Twitter.

L’FBI richiede inoltre una geolocalizzazione di coloro che postano sulle reti sociali, come delle bandierine su una mappa che indica dove siamo, Anonymous non sarà di certo contenta di quest’appello, lancerà un attacco contro l’FBI in modo che tutto quel che è stato richiesto non avvenga mai?  Chissà.

Tag: FBI, internet, programma

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes