17

Feb

Google spiava tramite Safari?

di Domenico Puzone in: apple , Aziende , Google

Il famoso motore di ricerca spia i suoi utenti in modo illegale, l’articolo è stato pubblicato sul The Wall Street Journal e pare che il colosso dei motori di ricerca ha registrato e monitorato milioni di utenti che utilizzano il browser Safari, su iPhone, pc ed ovunque sia possibile utilizzarlo.

La cosa strana è che dopo l’annuncio da parte del famoso giornale americano, ecco che Google rimuove una parte del codice che utilizzava per spiare gli utenti, questa mossa sembra una mezza ammissione di quello che ha fatto fino ad oggi. Google intanto si è difeso dicendo che lo script non registrata i dati personali dell’utente.

Google dice “Sottolineamo che i cookie della pubblicità del nostro motore di ricerca non salvano nessun tipo di dato personale, mentre ci sono browser che lo fanno, Safari blocca questa impostazione, ma disabilitano servizi anche che potrebbero far comodo agli utenti.  La funzionalità, ora disattivata e denunciata dal The Wall Street Journal, è stata attivata qualche anno fa e permetteva di attivare delle funzioni per il social network Google+, per fare +1 sulle foto e tutto il resto”.

Il codice è stato dunque attivato semplicemente per implementare delle funzioni all’interno di Safari, ma a quanto pare il web e il mondo non ha gradito e prontamente, dopo la denuncia il colosso dei motori di ricerca ha subito bloccato la funzionalità. “Abbiamo cominciato a rimuovere i cookie personali da Safari”, questo è l’annuncio di Google. Vediamo fino a che punto arriverà la polemica, intanto il web vuole capirne di più.

Tag: apple, google, Safari, spia

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes