Come registrare Le Radio di Internet con AIMP2

AIMP2 è un’interessante programmino che ha tra le sue funzioni, la possibilità di registrare quanto proposto dalle Radio in Internet.

Se siete possessori di questo interessante programmino, ecco come fare per avere registrazioni di ottima qualità: il primo passo da fare è trovare una stazione radio che vi aggradi (Shoutcast potrebbe facilitare velocemente la vostra ricerca). Un semplice click su “Tune In”  farà si che possiate caricare la configurazione di AIMP2 che vi darà la possibilità di riprodurre la playlist della stazione radio da voi scelta. Ora dovrete configurare le Opzioni di modo che AIMP2 sia il principale riproduttore della playlist, una volta fatto ciò dovrete configurare le opzioni per salvare la radio in un formato adeguato e selezionare la directory sull’hard disc.


Continua a leggere il post

17

ott

La Stampa sbarca su Second Life come partner del Gruppo Gnosys, che ha costruito «Italia Vera»: «Nella nostra Torino virtuale non poteva mancare lo storico negozio di Via Roma» ha spiegato il presidente Carlo Biscaretti di Ruffia . Cliccando sulla vetrina in centro, l’avatar entra nel negozio dove ci sono tutti i prodotti dell’editrice (Stampa Shop) acquistabili.

La stampa

Se il nostro alter-ego virtuale dovesse cliccare sugli scaffali nel negozio, troverebbe il link al TuttoLibri e le altre rubriche di libri pubblicate sul sito LaStampa.it, mentre in giro per la città virtuale ci sono quattro chioschi-edicola (riprodotti come nella realtà) con La Stampa in formato pdf che si può prelevare come un giornale vero, scaricare e leggere nell’edizione del dayfax.

Peraltro La Stampa sarà presente nelle edicole di tutta l’«Italia Vera», unico giornale reale a fianco dei giornali scritti dagli avatar di Second Life. Per ora solo nel formato pdf del dayfax, ma sono in corso sviluppi interessanti..Buona lettura!

17

ott

Scrittori e case editrici devono capire che Internet è un’opportunità e non una minaccia, ha detto a Francoforte in Germania lo scrittore brasiliano Paulo Coelho, alla conferenza di presentazione della Buchmesse, la fiera internazionale del libro che comincia domani per chiudersi il 19 ottobre.

Paolo Coelho: Pubblicare libri da scaricare!

Cit. «Quanto più uno dà, tanto più uno riceve» ha detto Coelho parlando di Internet, dove dall’inizio di quest’anno mette online ogni mese, integralmente e gratuitamente, una delle sue opere.

Le vendite non sono calate, anzi è successo il contrario, ha reso noto lo scrittore invitando le case editrici a vedere il nuovo mezzo di comunicazione come una possibilità globale di pubblicizzare il loro lavoro e non come un nemico. Questa apertura morale non è condivisa da George W. Bush, che ieri ha dichiarato guerra alla “pirateria online” firmando la legge che aumenta le pene contro le violazioni del diritto d’autore per chi scarica gratis musica e video dal web.

A coordinare il tutto ci sarà un unico responsabile con poteri assoluti. Il provvedimento fornisce al Ministero della Giustizia Usa e all’Fbi ulteriori risorse per combattere la “pirateria” che secondo stime dell’industria della proprietà intellettuale costa oltre 250 miliardi di dollari all’anno. Viene da chiedersi se lo stanziamento di tutti questi fondi sia reale e, soprattutto, se la pirateria sia possibile da eclissare. Dubitiamo molto…

17

ott

Intelligenza artificiale con il cervello. No non si tratta di uno spot progresso per la promozione di una velina elettronica. Questi sono gli ingredienti del robot “made in Italy” che riconosce le emozioni, realizzato al Politecnico di Milano. Una sorta di robot psicologo, in grado di interpretare lo stato emotivo delle persone, di leggere l’ansia, lo stress, la noia o il livello di attenzione. Il risultato è stato ottenuto dal prototipo sviluppato presso il Laboratorio di intelligenza artificiale e robotica del Politecnico, all’interno di un progetto in collaborazione con l’Iit (Istituto italiano di tecnologia), la Fondazione Maugeri di Pavia e l’ateneo milanese.

Un robot psicologo al Politecnico di Milano

Lo scopo del progetto – spiegano i ricercatori in una nota – quello di fornire un ausilio nella riabilitazione robotizzata delle persone colpite da ictus, che hanno spesso problemi motori agli arti e devono quindi sottoporsi a lunghe sessioni di fisioterapia. Il robot è in grado di valutare le emozioni del paziente attraverso l’utilizzo di sensori non invasivi applicati sul corpo, che rilevano e misurano le attività fisiologiche del soggetto sottoposto alla terapia robotizzata. Questo permetterà un monitoraggio più preciso dello stato del paziente e una scelta più mirata dei trattamenti riabilitativi.

Che sia un passo significativo nella cura della depressione? Ce lo auguriamo…di cuore.

Ci sono un sacco di vantaggi nell’usare lo stesso username per le nostre attività online. La prima è che è facile da ricordare e la seconda è che gli amici possono ritrovarci facilmente. Se volete vedere se e quando il vostro username ( o quello dei vostri amici) è stato utilizzato in diversi siti potrete farlo tramite Usernamecheck , un sito destinato a scovare il vostro nickname preferito.

UsernName Check

Il programma scannerizza oltre sessanta differenti networks, da 12seconds a Zoomr, e vi informa se il vostro nickname è presente o se è stato già registrato. I siti implementati nella lista sono tra i più famosi. Il sito vi porta a fare una considerazione : i siti proposti sono quelli dove sarebbe consigliabile avere un account e, vien da se, serve per ricordarvi di registrarvi se non lo avete già fatto.

Certo se siete degli amanti appassionati di Internet come il sottoscritto non potrete non cedere alla curiosità!

15

ott

Firephorm ovvero l’anti-phorm di Firefox

di Davide Spadone Whirly2481 in: Firefox , Mozilla

I providers di Internet installano tracking cookies sul nostri sistemi informatici e creano un profilo utente che risulti essere unico che viene conseguentemente utilizzato dalle agenzie pubblicitarie che possono così sfruttare questo spazio per scopi commerciali. Questo fatto avviene in tutti i paesi anche se con maggior frequenza per i servizi Internet britannici. Perchè il Phorm è così pericoloso?

FirePhorm

Il pericolo è dovuto ad una violazione della privacy, che non da modo all’utente di potersi difendere autonomamente, o meglio, senza l’ausilio di conoscenze informatiche. Se siete scocciati da questi insistenti e fastidiosi messaggi pubblicitari esistono degli strumenti anti-phorm.

Uno dei browser più utilizzati al mondo, Firefox, ha rilasciato di recente Firephorm, un estensione che vi permetterà di risolvere questo fastidioso problema. Le istruzioni su come settare il browser sono precise e complete, quindi non dovreste avere problemi di nessuna sorta, purchè conosciate l’inglese è ovvio.

15

ott

Siete appassionati di video sharing e cucina? No, Youtube non è la risposta, o meglio potrebbe fornirvi un aiuto per carità, ma se non volete arrovellarvi in ricerce impossibili, allora quello che vi serve è i-Food.

Questo canale propone centinaia (per non dire migliaia) di video di cucina, aventi come oggetto succulente ricette fatte da professionisti e non. Premessa necessaria: il sito è in inglese. Quindi vien da se che qualora non conosciate una parola della suddetta lingua potreste avere delle problematiche inerenti alla misurazione degli ingredienti o alla ben più basica preparazione dei manicaretti; se, invece, per voi la lingua anglosassone è un must, allora diventerete così bravi da fare invidia allo Chef Tony.

Ifood

Ci sono video da tutte le parti del mondo e anche alcuni di cuochi e regine della casa tra i quali : Martha Stewart, la cuoca inglese Nigella, Jemie Oliver ecc. Nomi che per chi non se ne intendo non vorranno dire nulla ma per voi, perfetti gamberi rossi, sono noti come i Rolling Stones dei fornelli!

15

ott

Siamo sinceri, sono pochi i software per i quali vale la pena di sborsare dei soldi. Uno di questi è Carbonite. Questo programma vi sarà utilissimo se, soprattutto dopo un backup, come accade a molte persone avete perso dei dati importanti che colpa di un hard disk “ballerino” risultano irripristinabili.

Carbonite

Ecco questo problema non vi si ripresenterà tanto facilmente se acquisterete Carbonite. Una volta installato, infatti, il programma farà un back up completo di tutto ciò che è contenuto nelle cartelle contenenti tutti i vostri documenti. Gli elementi “salvati” da Carbonite verranno segnati con un “dot” verde mentre quelli non interessati saranno contrassegnati in giallo.

Per il vostro primo backup ci vorrà parecchio tempo, ma ne vale la pena credetemi, anche perché fatto non da sottovalutare è quello che il back up, si svolgerà senza disturbare le vostre attività mentre usate il computer normalmente. Concludendo, nel caso avrete necessità di recuperare i vostri file velocemente con questo programma avrete la certezza di poterlo fare, in quanto, saranno custoditi (e in tutta sicurezza) nell’archivio in rete creato per voi da Carbonite e a cui potrete accedere ovunque e dovunque voi siate.

Quelli di cui vi parliamo qui sono due programmini per poter rendere il vostro telefonino, una piccolo cinema portatile. Saprete infatti che, per poter riempire il vostro cellulare di video, dovrete convertirli in un apposito formato. Per farlo in assoluta sicurezza e, soprattutto, per perdere meno tempo possibile potreste utilizzare uno dei seguenti programmi: Any Video Converter e Davideo ultimate software.

Any Video Converter

Il primo è un programma gratuito che, sebbene sia in inglese, è di facile utilizzo. Bastano per la precisione 3 click: Add video (si inserisce il filmato), Profile ( si sceglie il formato) e Encode ( si “lancia” la conversione). Attenzione: ogni telefonino ha il proprio formato di conversione ad esempio Nokia (mpg4), se invece avete uno Smart phone (htc, BlackBerry) allora dovrete guardare il libretto delle istruzioni o le caratteristiche “Video Size” all’interno del cellulare.

DAVIDEO ULTIMATE SOFTWARE è un programma a pagamento che, a differenza del precedente, è a pagamento (49 euro) in compenso ha i comandi in italiano e una serie di impostazioni già pronte per i cellulari di ultima generazione, nonché per iPod e Psp. Da in più possibilità di aggiungere elementi “accessori” ai nostri video preferiti: titoli, effetti, sfumature, e per arricchire i video con fotografie.

Popfly è un servizio geniale, offerto da Microsoft che da gli strumenti per diventare in breve tempo un web-designer. Il suo segreto è il Silverlight (un “Flash” targato Microsoft). Per poterlo usare basta possedere un account di posta elettronica hotmail o un account Messenger ed inserirli su Popfly. Il servizio offre le seguenti opzioni: fare un proprio sito, inventare videogame e creare un “mash up” ( che fonde, nella stessa pagina, elementi presi da colossi come Facebook o Flickr).

PopFly

Ecco i passaggi necessari per creare il un sito con Popfly: accedendo a Popfly, cliccate su “ Create web page”, scrivere il titolo del vostro siterello e aggiungere le foto che più vi piacciono. Pochino, eh? Non preoccupatevi se volete togliere questa mestizia vi basterà accedere al pannello degli strumenti. Ancora “poco professionale”? E va bene…perché non scrivere le didascalie delle foto e poi in perfetto stile Facebook possiamo aggiungere e dividere gli album di foto.

Volete sapere come creare video game e mash up? Beh che aspettate ad accedere al sito di Popfly?