6

Nov

Come usare PirateBrowser per navigare sui siti web censurati

di Gabriele in: browser web , How To - Come Fare , Trick And Tips

Come usare PirateBrowser per navigare sui siti web censurati

Su Internet sempre più spesso vengono “oscurati” alcuni siti web, e spesso per il semplice motivo che questi siti ospitano dei contenuti protetti da copyright (in poche parole, file piratati).

A livello tecnico non ci sono chissà quali problemi nell’oscurare un determinato sito web: basta infatti che gli Organi competenti si mettano in contatto con i vari provider di servizi Internet, e in un attimo viene negato l’accesso dall’Italia (o da altri Paesi) a certi indirizzi URL. Questa procedura in gergo tecnico si chiama “risoluzione dei DNS”, e consiste nel blocco immediato dell’accesso tramite i browser più comuni, come ad esempio Firefox, Chrome e Internet Explorer.

In questa maniera, una bella fetta di naviganti viene tagliata fuori, riducendo così i casi di download illegali. Però tutti sappiamo che su Internet non appena si chiude o si blocca un sito, il giorno dopo ne nascono almeno 10 nuovi. E’ una situazione del cane che si morde la coda. A volte poi, vengono bloccati dei siti web che non contenevano file illegali, ma soltanto dei contenuti ritenuti non idonei. Ecco quindi che gli “smanettoni” del web si sono scatenati, e adesso attraverso gli strumenti giusti è possibile aggirare questi blocchi dei DNS.

Avvertenza: in questa guida vi spieghiamo come navigare sui siti web censurati attraverso il browser alternativo chiamato PirateBrowser. Questa guida è scritta a puro carattere informativo, e il sito StileGames non è responsabile dei siti web “oscurati” che verranno visitati attraverso PirateBrowser. Ricordiamo inoltre che scaricare file protetti da copyright è un reato, sia in Italia che nel resto del mondo.

Per scaricare PirateBrowser, ci basta aprire il sito ufficiale dello sviluppatore e avviare il download del file di setup. Il programma è basato su una versione modificata di Firefox, in grado appunto di aggirare i blocchi dei provider degli indirizzi URL. Il software non viene visto di buon’occhio dagli antivirus, nonostante gli sviluppatori assicurino che è privo di malware. In ogni caso, per procedere con l’installazione e l’uso di PirateBrowser è necessario disattivare la protezione in tempo reale dell’antivirus del PC (se presente).

Una volta installato il programma, avviamolo facendo doppio clic su “Start PrivateBrowser.exe”, e in un attimo si aprirà un’interfaccia praticamente identica a Firefox. Ma la differenza è che attraverso il proxy e il supporto al network Tor è possibile consultare i siti web in libertà, senza alcuna censura. Utile se ad esempio ci troviamo in Cina, Paese che come ben saprete ha attivo il blocco di moltissimi siti Internet.

Tag: censura, guida, navigare, piratebrowser, siti web

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes