13

Dic

Long Shore, analizzare short link presenti in pagine web

di Silu in: applicazioni online


Le URL accorciate sono diventate il nostro pane quotidiano. Dove ci giriamo in rete, nei social network, ovunque vediamo questi link brevi che ci rimandano ad altre pagine. La loro funzione principale è quella di prendere poco spazio. Nati idealmente per social network come Twitter. Però molte volte capita che non tutte le URL che vediamo siano contenitrici di pagine interessanti, potrebbero nascondere insidie e problematiche per il nostro computer.
Così nasce Long Shore, un servizio Web-based gratuito che consente in pochi click di analizzare i link accorciati, facendoci capire se si tratta di una URL buona o di una URL che nasconde problemi. Ma oltre a questa sua particolarità, mette a disposizione dell’utente delle estensioni per il browser Firefox, Chrome e Opera, che ci consentono appunto di analizzare tutti gli short url presenti nella pagina del browser che navighiamo in un medesimo istante.

Infatti, ogni qualvolta che ci troviamo di fronte ad una pagina web che contiene dei link accorciati, passandoci sopra con il mouse potremo capire di che link si tratta. Così verrà in automatico allungato, per renderci nota la url intera e capire così cosa potremmo in teoria navigare cliccandolo. Oltre a questo semplice dato, conosceremo la dimensione della pagina in questione, se viene reindirizzato ad un’immagine, ad un documento o altro.

Molti saranno i dati dell’analisi, scoprirete tutte le qualità positive o negative dell’URL. Davvero un bel plugin utilissimo per non incappare in brutti scherzi.

Se non volete installare l’estensione, ma utilizzare Long Shore soltanto per analizzare le URL che vi interessano, potete ugualmente utilizzare il sito ufficiale per decomprimere il link e vedere cosa nasconde. Ottimo anche per creare short link.

Tag: long shore, short link

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes