3

Mag

iOS 6 cosa ci dobbiamo aspettare?

di Domenico Puzone in: apple , Aziende

iOS 6 sarà presentato l’11 giugno prossimo, i rumors intorno a questo nuovo sistema operativo sono tanti, ma la voce che più suscita interesse è sicuramente il rinnovo grafico ‘promesso’ , in un certo senso.

Dal 2007 ad oggi, l’anno di  presentazione dell’iPhone, il primo per la precisione, la grafica del sistema operativo della Apple è sempre rimasta uguale, invariata. Sono state aggiunte funzionalità, certo ma come gestione non è cambiato nulla. Classiche iconcine, semplice e pulite in home e nient’altro. Di certo possiamo dire che le funzioni sono davvero incredibili : spotlight, multitasking, Siri, possibilità di cambiare lo sfondo e tanto altro ancora, che in un certo senso ha migliorato l’esperienza utente negli anni.

La schermata Home, sempre uguale , ma perché Apple non l’ha mai cambiata negli anni?

Abituare e fidelizzare gli utenti. I clienti Apple acquistando iPhone si sono abituati ad usarlo in un certo modo, poi hanno cambiato smartphone, sempre un iPhone ma una versione superiore, ed hanno trovato la stessa interfaccia ed è stato più semplice usarlo, questo ha permesso agli utenti di sentirsi a ‘casa’ e saper usare anche il nuovo telefono. Ad un utente normale non gli interessa usare funzionalità avanzate, multitasking e spotlight non sono obbligatorie ( certo comode, ma non indispensabili), basta avere semplicemente tutto sotto controllo. Anche su Mac OS X è successa la stessa cosa, la funzione ‘Terminale’ introdotta successivamente, ancora oggi non viene usata da tutti.

La schermata ‘Home’ dunque da quel senso di familiarità che mette d’accordo tutti, ma il nuovo iOS 6 cambierà sicuramente la veste grafica e dunque gli utenti potrebbero trovare qualcosa di diverso , ma si abitueranno.

I ‘NEMICI’

Android mette tutto in un posto, ma gli utenti non si abituano perché da versione a versione si cambiano i modi e le modalità di visualizzazione della schermata inziale, lo stesso accade con Blackberry, l’OS di Research in Motion è sì ordinato, ma è abbastanza difficile da usare e gli utenti non si abituano con facilità. iOS, invece, mette tutto lì nella schermata iniziale e permette agli utenti di gestire tutto come sempre.

Escluderei dai giochi Windows Phone che è abbastanza confusionario e difficile da usare per un utente medio che proverà sicuramente difficoltà dopo aver usato un OS di Apple, molto più semplice è chiaro.

Da migliorare in iOS è sicuramente il centro notifiche e la schermata delle informazioni, ma gli esperti sono sicuramente a lavoro per produrre qualcosa di migliore e iOS 6 ci sorprenderà, ancora una volta come è già successo con l’attuale sistema operativo che ha introdotto più di 200 novità rispetto alla versione precedente.

In iOS 6 potrebbero essere introdotti anche i Widget, in pratica dei software che nella schermata principale permetteranno agli utenti di avere tutto sotto controllo, il loro profilo dei social network ad esempio, oppure un semplice e pratico software per segnare appunti durante il lavoro o una conferenza.

Ma ci sarà sicuramente qualcosa che ci lascerà a bocca aperta, ma la domanda è cosa? Cosa possiamo aspettarci dopo Siri? Cos’altro Apple potrebbe proporre di tanto innovativo? Attendiamo giugno e lo scopriremo.

 

Tag: apple, ios 6

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes