6

Mag

I siti religiosi sono colmi di virus e malware

di Domenico Puzone in: Computer & Co

Quando si naviga su internet la preoccupazione principale per gli utenti sono i virus, questi ultimi si nascondono ovunque, in ogni sito e in ogni angolo della rete web. Ci sono buoni antivirus pronti a proteggervi da questi attacchi malevoli, mettete in sicurezza il vostro pc il prima possibile e correte al riparo, prima di rischiare grosso.

Ma quali sono i siti che sono più ricchi di virus? Alzi la mano chi ha detto che sono i siti per adulti ! Sbagliato! Non sono i siti per adulti quelli piani di virus e malware , ma ci sono altri siti che sono pieni di file infetti, quelli cui nessuno si immagina : i siti religiosi. Secondo alcune statistiche effettuate online e dalla stessa Symantec, una società specializzata in produzione di antivirus ed altri strumenti contro il malware del web, hanno praticamente affermato che i siti di entità religiosa sono più dannosi di un sito osé. Pare che gli ultimi report dedicati ai siti religiosi segnalano che la maggior parte delle minacce arriva proprio da quei siti dove nessuno si immagina che ci siano malware e infezioni, tentativi di truffa e banner ingannevoli. Il discorso è praticamente invertito, i siti per adulti risultano più sicuri di quello del Vaticano o di una chiesa qualsiasi, almeno nell’ultimo periodo e stando a quanto pubblicato nel report Security Threat Report di Symantec.

Il rapporto pubblicato dalla Symantec fa pensare molto, e fa ricredere i più che pensavano che i siti religiosi o di associazioni religiosi fossero tra i più sicuri. “ Il diavolo si nasconde nello spam”, disse qualcuno in un’intervista, a quanto pare avevano ragione, sul web ogni parte compresi quelli più sicuri, è ricco di pericoli. L’81 per cento dei malware e degli attacchi effettuati nel 2011 e subiti da milioni di utenti sono calati, sono diminuiti e Norton Antivirus è riuscito a proteggere i computer degli internauti al meglio.

Gli attacchi malevoli in un certo senso sono diminuiti. Sono aumentati però, com’è giusto che sia, i blocchi effettuati dagli antivirus, più 36 per cento rispetto allo scorso anno, un numero che in termini di quantità risulta essere ben 403 milioni di malware bloccati. I maggiori social netwrok sono i principali container di virus, dunque attenzione, state attenti ( Twitter, Facebook, Google+ e Instagram e Pinterest) .

I meno esperti , quelli che con il computer non hanno molta dimestichezza possono incontrare malware e virus che potrebbero portare a virus di vario genere e mettere in pericolo i dati presenti sul computer. I messaggi privati e i link che ci appaiono strani sono di solito il pericolo numero uno degli unteti, visto che tutti noi ci clicchiamo con molta leggerezza. Ma non finisce qui, perché se iOS nel mobile è sicuro, Android è sempre in pericolo, infatti si è verificato un aumento di virus e malware per il sistema operativo di Google pari al 93 per cento.

Ma ora torniamo ai siti religiosi, questi sono stati indicati tra i più pericolosi, addirittura di più di quelli con contenuti per soli adulti. Paragonando le due categorie ci sono numeri che parlano da soli, il grado di pericolosità dei siti per adulti è di 25, mentre per quelli religiosi il livello sale a 115. Ma qual è la città più infetta al mondo? Roma è la seconda città tra quelle più infettate di virus al mondo.

 

Tag: malware, siti religiosi, virus

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes