24

Mag

Google+ non è poi un fallimento!

di Domenico Puzone in: Aziende , Google

I social network, cosa sono? Reti sociali, dei semplici siti internet dove è possibile chattare, condividere stati personali, notizie, foto, video e tanto altro ancora. La prima rete sociale più famosa che ricordiamo, se così possiamo definirla , è sicuramente MySpace, che però con l’arrivo di Facebook è stato dimenticato e addirittura odiato da chi ora utilizza il social network di Mark Zuckerberg. Con il passare degli anni si sono sviluppate così tante reti sociali che fare una lista delle migliori è alquanto difficile, ma sicuramente ai primi posti, se dobbiamo fare una scala ‘gerarchica’ citiamo , in ordine, i seguenti social network : Facebook, Twitter , Google+ e Pinterest.

Queste sono le reti sociali più popolate al mondo, e se fino a qualche ora fa vi abbiamo parlato di Facebook , ora vi parliamo di Google+, la rete sociale di Google.

Big G, il colosso dei motori di ricerca, ha provato più volte ad entrare nel mondo dei social network per combattere Facebook, ma più volte si è vista tornare a casa con un pugno di mosche. Il fallimento delle reti sociali per ‘Google’ è un incubo, qualcuno ricorderà Buzz! ma ce ne sono tante altre che non stiamo qui a citare. Tuttavia, forse questa volta, è riuscita nell’intento producendo il social ‘Google+’.

La guerra dei ‘Social Network’ è cominciata e si arricchisce con episodi sempre nuovi e alcuni anche interessanti, questa volta parliamo della rete sociale di Big G e delle parole del presidente Eric Shmidt che ha detto : “Google+ non è poi un fallimento, arriverà ancora molto altro” . L’errore principale che tutti noi facciamo è il seguente : paragonare Google+ a Facebook, sono due cose completamente diverse.

Lo Chief Esecutive di Google e si è ‘difeso’ quando gli è stato chiesto dello scarso successo della rete sociale Google+. Eric ha poi presentato un discorso ma non ha mai spiegato cosa è Google+.

“Google plus ha superato le aspettative, è una nota positiva visti i concorrenti che sono presenti , Facebook prima di tutti. Google+ è un successo, non pensarlo è sbagliato, sbagliatissimo.

Questo è il punto della situazione fatto da Schmidt che ha così sottolineato che anche Google+ ha dovuto aspettare il giusto momento per cominciare a crescere e ad evolversi, inoltre è sbagliato dire che Google+ e Facebook siano in diretta concorrenza.

“ Se Google ha successo con Google+ in meno di 12 anni, che sono quelli che Facebook ha impiegato per diventare quel che è oggi, allora saremo molto contenti. In soldoni possiamo dire che Google+ è frutto di uno sforzo del motore di ricerca e che questi sono iniziati solamente negli ultimi 12 mesi, ma vantiamo comunque 150 milioni di utenti attivi”.

Inoltre, Eric è poi tornato a parlare dei miglioramenti effettuati nell’ultimo periodo alla grafica della rete sociale, ma non solo si parla anche dei videoritrovi che rappresenteranno un grande punto di forza di questo Google+. Il CEO di Google ha poi fatto alcune considerazioni molto importanti da non sottovalutare.

“Youtube è il luogo migliore se si ahanno informazioni sui nostri amici , targeting e video? Con Google Search e con la ricerca sociale, Google sarà in grado di offrire un risultato migliore di quello proposto attualmente, non credete?”

 

Tag: google

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes