26

Apr

Google Drive come attivarlo e funzioni

di Domenico Puzone in: Aziende , Google

Da qualche settimana è uscito Google Drive, la nuova creature del colosso dei motori di ricerca che ha suscitato un particolare interesse in tutto il mondo di internet. Google Drive, per chi non lo conosce o non sa cos’è, è in pratica un servizio ‘hosting web’ in stile iCloud di Apple. In pratica, GDrive fa le stesse cose che fa la società di Cupertino sui suoi dispositivi, ma la cosa bella e positiva che permette a tutti gli smartphone, iOS, Android o Windows Phone di usare il servizio. 

Google permette di sincronizzare e mantenere sincronizzati i vari dispositivi facendoli interagire ( in base alle scelte dell’utente con i vari smartphone, tablet e portatili inseriti nel programma, inoltre il servizio permette di condividere i dati con le altre persone.
Da qualche tempo , Google Drive, ha già dei nemici, il più conosciuto è DropBox, ma anche Microsoft propone lo stesso servizio sotto il nome di Skydrive, in pratica le funzionalità sono le stesse del colosso dei motori di ricerca.

G Drive mette a disposizione 5 GB di spazio gratuito e permette di sincronizzare file come documenti, immagini e tanto altro in modo assolutamente gratuito, i documenti in formato Google Docs non saranno presi in considerazione per il semplice fatto che già hanno un servizio di sincronizzazione a parte e unico.

Sono circa 30 i tipi di file , tra cui anche i video in formato HD e file Illustrator e Photoshop che verranno sincronizzati con gli altri dispositivi direttamente da un browser, semplicemente abilitando Google Drive sul propio computer, smartphone e tablet.

Google Drive, attualmente  è disponibile per PC, MAC e prossimamente anche per sistemi operativi iOS, dunque iPhone e iPad.

Per attivare Google Drive basta avere un account Gmail di Google e semplicemente accedere alla sezione G drive nella Home page di Big G. Passerà giusto qualche giorno e poi arriverà una mail di avvenuta attivazione del programma , il tutto ovviamente in modo assolutamente gratuito. Per usare Google Drive non dovrete far altro che scaricare il programma come è scritto nella mail e nella pagina web dedicata al servizio e cominciare ad usare G drive.

Una particolarità del servizio , che è presente su Dropbox è quello di tenere traccia in modo che sarà possibile cambiare e modificare un file fino a 30 giorni. GDrive inoltre ci sono 5 GB di spazio gratuito ed è possibile addirittura espanderlo fino a 16TB dietro pagamento di una certa somma. Google drive inoltre offre, come Dropbox, uno spazio iniziale che si può espandere gratuitamente fino a 20GB invitando altre persone.

Staremo a vedere se il servizio di Google supererà gli attuali servizi di cloud computing di cui abbiamo parlato anche qualche tempo fa, tra i più famosi ci sono Dropbox ( come detto poco fa ) e anche iCloud di Apple, non dobbiamo dimenticare però SkyDrive di Microsoft e altri servizi simili che è facile trovare online in modo sempre gratuito.

Provatelo e fateci sapere come vi trovate, noi lo usiamo già tutti giorni ed è fantastico.

 

Tag: apple, cloud computing, google drive

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes