19

Apr

Differenze tra la carta Hype Start e N26 Standard

di Davide in: Guadagnare

Da un po’ di anni sul mercato ci sono diverse carte conto dotate di IBAN, che consentono di effettuare molte operazioni tipiche di un conto corrente; esattamente le possiamo definire carte prepagate con funzioni di conto corrente, in questo articolo metteremo a confronto due carte conto, Hype Start e N26 Standard prendendo i dati da questa comparazione.

Hype Start e N26 Standard: principali caratteristiche

Le due carte più popolari e più usate sono la Hype e la N26.

La carta conto Hype Start è emessa da Banca Sella, ed è associata al circuito Mastercard, la carta conto N26 Standard è emessa da N26 Bank ed è anche essa associata al circuito Mastercard.

Entrambe le carte sono dotate di IBAN.

Costi della carta

I costi della carta sono identici infatti sia Hype Start che N26 Standard hanno un costo di emissioni pari a zero, come a zero è anche il loro canone annuale.

Per richiederle basta seguire la procedura online richiesta dai due istituti bancari; entrambe poi saranno gestite da App per smartphone.

Limiti di utilizzo

I limiti di utilizzo sono differenti per le due carte.

La ricarica annuale massima per Hype Start è di euro 2500, mentre N26 Standard non ha nessun limite di ricarica annuale.

Riguardo il prelievo giornaliero, con Hype Start è possibile prelevare da ATM massimo 250 euro al giorno, il limite invece di N26 Standard è di euro 2500 giornaliero.

Altra differenza sostanziale tra le due carte è l’importo massimo di pagamento, con Hype Start è di 999 euro, invece N26 Standard ha un importo massimo di pagamento di euro 5000.

Hype Start e N26 Standard: le differenze dei servizi proposti e costi prelievi

I servizi proposti dalle due carte sono notevolmente differenti, andiamo a vedere le principali differenze

Servizi vari offerti dalle due carte

I servizi offerti dalle due carte si differenziano sostanzialmente, infatti i servizi più comuni sono assenti su N26 Standard.

Con Hype Start è possibile ricaricare gratuitamente il cellulare ed è possibile pagare bollettini vari (costo variabile tra 1 euro e 3 euro); con N26 Standard sono assenti entrambi i servizi.

Costi di prelievi

I costi di prelievo sono i seguenti (per entrambe le carte):

  • zero per prelievi in EURO
  • percentuale fissa per prelievi non EURO

La percentuale di commissione su prelievo non EURO di Hype Start è del 3%, invece quella di N26 Standard è del 1,7%.

Altre differenze: modi di ricarica e cashback

Altre differenze tra le due carte sono i modi ricarica e la presenza o meno del cashback.

Metodi di ricarica

Ecco i metodi per caricare queste due carte: N26 Standard può essere ricaricata solo tramite bonifico bancario, mentre per Hype Start esistono diversi modi per caricarla.

Metodi di ricarica di Hype Start:

  • Bonifico bancario/postale
  • Versamento in contanti in Banca Sella
  • Versamento in contanti presso i supermercati della catena PAM

Cashback

Il cashback è assente in N26 Standard mentre lo troviamo in Hype Start.

Facendo acquisti online con rivenditori associati a Hype, vi sarà riconosciuto un cashback che varia dal 1% al 6%, dipende dal rivenditore.

Il denaro sarà restituito direttamente sul conto-carta Hype.

Tag:

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes