21

Nov

Il ritorno di Zeus: Malware pericoloso

di Sara Papis in: News Informatiche


Pensavate che il malware Zeus fosse scomparso per sempre? A quanto pare non è così e la conferma arriva ufficialmente dalla software house tedesca G Data. Infatti, è stato lanciato un nuovo allarme che riguarda un nuovo attacco sottoforma di messaggi e-mail di spam

Il trojan bancario Zeus è tornato e questa volta sembra più forte che mai. Stiamo parlando di un virus piuttosto pericoloso che a messo a dura prova i sistemi di sicurezza bancaria degli ultimi anni. A quanto pare la sua cancellazione non è stata definitiva ed è tornato nuovamente a colpire gli utenti.

Fate attenzione perché questa volta Zeus si presenta con una doppia trappola che potrebbe mettere a dura prova la sicurezza in tutto il mondo. Lungi dall’essere stato completamente eliminato, infatti, il pericoloso malware si ripresenta ora grazie a una nuova ondata di mail di spam che rimanda a falsi siti di banche più o meno note in ogni nazione.

L’azione di attacco viene sempre attivata nello stesso modo. Gli utenti ignari vengono incuriositi dalla ricezione di mail dove si parla di transazioni non andate a buon fine e molti cliccano sul link integrato nel messaggio offrendo la possibilità al virus di agire.

Per rivedere gli estremi dell’operazione bancaria ( che tutti eseguono giornalmente) viene inserite un link che conduce a un falso sito web dove viene richiesto di scaricare un aggiornamento Adobe Flash.

Un falso aggiornamento che provoca un caos totale permettendo l’installazione del malware Zeus. Inoltre anche il sito è già un pericolo. Quindi cancellate la mail e non cliccate sui link e non fornite mai i vostri dati personali di accesso.

Tag: malware, zeus

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes