2

Mar

Leggere il pensiero con un tablet!

di Domenico Puzone in: Aziende , Stilegames

Tradurre il pensiero sarà possibile, in quanto tempo? Dieci secondi sono più che sufficienti. A riuscirci è un sistema di cervello-computer molto interessante che è stato studiato dalla Fondazione Santa Lucia a Roma per i malati di sclerosi multipla.

Bridisys è il prototipo presentato e che risulta non invasivo e completo. Il tutto consiste in una cuffia che riesce a rilevare i segnali della nostra corteccia celebrale e a tradurre i comandi che poi saranno trasmessi ad un tablet, infine da quest’ultimo partirà l’azione che si richiede di eseguire!

In realtà non è proprio una lettura del pensiero, Febo Cinciotti non lo definisce come una macchina capace di leggere il pensiero, ma un sistema che riesce ad interpretare le volontà di un paziente dando una possibilità di scelta. Si potrà spegnere la luce per esempio.

Il sistema funziona in questo modo :

Sullo schermo del tablet c’è un pallino al centro e una luce spenta e una accesa, in base all’impulso inviato si da via all’azione, lampadina accesa significherà ‘Si’, lampadina spenta ‘no’. Più o meno questo è il funzionamento.

Questo sistema Brindisys è completo di cuffie e decodificatore dei segnali del cervello, è prettamente progettato per i malati di sclerosi multipla che hanno problemi muscolari ( appunto). Con questo particolare aggeggio si potrà offrire un grande contributo a chi soffre di questa malattia… Bridysis è ancora in fase di sviluppo e di test, molto probabilmente sarà disponibile tra qualche anno… corredato di tablet ovviamente.

Se siete interessati a saperne di più seguiteci e iscrivetevi alla newsletter, sarete aggiornati costantemente.

 

 

Tag: cervelli, pensiero, tablet

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes