5

Giu

Facebook e Twitter quale futuro li attende?

di Sara Papis in: Facebook


Vi siete mai chiesti quale sarà il futuro dei social network più famosi attualmente? Ovviamente stiamo parlando di Facebook e Twitter che hanno un numero di utenti in continuo aumento. Il re dei social, continua a diventare sempre più popolare visto che a gennaio contava 600 milioni di utenti attivi.
Anche Twitter non se la passa assolutamente male, infatti, sono 200 milioni gli utenti che ogni giorno si collegano all’interno del social per dire la vostra. Ma sapete qual è la differenza tra questi due servizi? Facebook sta ottenendo un sacco di soldi e di conseguenza sta guadagnando soldi, infatti, il portale di Mark Zuckerberg ha già raggiunto il suo primo miliardo di dollari grazie alle pubblicità.

 

Twitter invece sembra bloccato in un limbo che ogni giorno sembra sempre più pericoloso per il suo futuro.
Il valore di Twitter è pari a sette miliardi di dollari, ma sono molte le aziende che hanno lasciato la sponsorizzazione dei propri servizi nelle mani di Facebook. Quindi che cosa accadrà nel prossimo futuro? Facebook molto probabilmente diventerà sempre più forte e grazie ad alcune collaborazioni offrirà servizi sempre più innovativi.
Twitter molto pratilmente cadrà nel limbo in cui è finito Google Buzz, un flop di cui pochi ancora si ricordano. Insomma tra i due social network, quello che sembra più tendente all’evoluzione e Facebook, Twitter da troppo tempo propone sempre le stesse funzionalità e questo a lungo andare blocca gli utenti e li invita a “migrare verso nuovi lidi”.
Voi che cosa ne pensate?

Tag:

Un Commento su “Facebook e Twitter quale futuro li attende?”

  1. FabioB
    ha scritto:
    6 giugno, 2011, 01:32

    Io penso che Twitter sia un posto dove si sono sempre scambiate notizie serie, mentre su Facebook no. I professionisti di tutto il mondo e tutti quelli che hanno dei veri contenuti da divulgare postano su Twitter. Così è sempre stato e così rimarrà.

    Le migrazioni stagionali riguardano solo gli addetti al cazzeggio e i marchettari che scrivono fesserie su Twitter, nessuno se li fila e tornano su Facebook. I numeri e l’identità degli iscritti parlano chiaro.

    Con tutto questo, vorrei aggiugnere che non ho proprio niente contro Facebook, anzi sono proprio contento che I CONTENUTI INUTILI siano tutti in un posto solo (risparmio ore con google).

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes