13

Feb

Hacker attaccano Symantec , offre 50 mila dollari

di Domenico Puzone in: Antivirus , Aziende

Ultimamente non si fa altro che parlare di hacker, in particolare di Anonymous, ma questa volta non sono scesi loro in scena, ma un gruppo di hacker di Bombay, in India che dichiarano di essere affiliati alla nota organizzazione segreta degli ‘anonimi’. Ad essere presa di mira questa volta è la Symantec, che in realtà è stata beffata.

Gli hacker hanno chiamato la società chiedendo un riscatto per un codice sorgente di programmi PcAnywhere e antivirus, ma in realtà è stata la Symantec a proporre 50 mila dollari per riavere il codice indietro e liberare il tutto. L’intenzione dei pirati informatici era quella di mettere in difficoltà l’azienda, non di certo quella di chiedere dei soldi, una mossa alquanto strana, gli hacker non hanno accettato la cifra.

Un codice d’onore hackeresco , una specie di Robin Hood che ruba ai ricchi per dare ai poveri, insomma le intenzioni dei pirati informatici non erano i soldi, il loro obiettivo era mettere in ginocchio la Symantec e ci sono riusciti. “ Li abbiamo attirati in una trappola per farci offrire dei soldi, ce li hanno offerti”, queste le parole di Yamatough, uno degli autori di questo furto di codici.

La Symantec ha questa trattativa per le mani da almeno due mesi, non riescono a trovare il modo di trasferire i fondi agli hacker, ora però i pirati informatici minacciano la diffusione del codice se non riescono a versare la cifra pattuita entro un tempo limite. Il giorno della diffusione del codice era il 7 febbraio scorso, ora siamo al 13 ed ancora non si è visto nulla… la cifra è stata trasferita?

 

Tag: hacker, symantec

Lascia un Commento!

jump2top free wordpress themes