Tutti gli articoli su "News Informatiche"


Trovare nuovi amici è il sogno di moltissimi adulti, un sogno spesso difficile da realizzare.

Sì, perché a causa dei tantissimi impegni di ogni giorno, tante persone si trovano a dover trascurare un po’ la vita personale. E poi, tanti amici iniziano a non essere più disponibili, e a non voler più organizzare nulla.

Per aiutare le persone che vogliano davvero trovare dei nuovi amici è stata creata l’app Hi itsOnMe, un’applicazione per Android e iOS che cambierà completamente il vostro modo di incontrare persone nuove.

Il presupposto di Hi itsOnMe

L’app Hi itsOnMe non è una semplice app di incontri. Molte di queste applicazioni, infatti, consentono sì di conoscere persone nuove, ma spesso in modo formale e imbarazzante.

Hi itsOnMe, invece, dà la possibilità agli utenti di organizzare eventi specifici ai quali invitare altre persone.

L’espressione “Hi its On Me” significa, inoltre, “Ciao, questo lo pago io” ed è questo uno degli elementi davvero interessanti dell’app.

Infatti, nel momento in cui un utente, con un apposito post, proporrà un evento (Che potrà essere una cena, ma anche solo un caffè o un aperitivo), le altre persone potranno decidere di partecipare e magari di farsi offrire l’evento.

Sarà possibile anche agire al contrario: l’utente potrà ricercare i post degli altri e decidere di farsi offrire un evento, oppure di dividere a metà il costo dell’evento stesso.

Quindi, non ci si incontrerà senza uno scopo, ma si sceglierà in modo consapevole di condividere un’esperienza divertente.

Come registrarsi ad Hi itsOnMe

Iniziare ad usare l’app Hi itsOnMe è davvero semplicissimo.

Come prima cosa sarà necessario scaricare l’app utilizzando i link che sono stati indicati.

Dopo il download si potrà iniziare con la registrazione: basterà inserire l’email e il proprio nickname per proseguire nella registrazione.

È a questo punto che si sceglierà di utilizzare l’app per fare nuove amicizie, e si potranno anche aggiungere i propri dettagli personali, come il genere, l’altezza e la corporatura.

Dopo l’autenticazione gli utenti potranno decidere di ricercare i post realizzati dagli altri, oppure di crearne di propri.

Nel momento in cui due utenti si siano accordati per partecipare ad un evento comune, potranno chattare e il loro appuntamento verrà registrato nell’apposito calendario dell’applicazione stessa.

Come si può vedere, quindi, Hi itsOnMe è un’app divertente e facile da utilizzare, dedicata alle nuove amicizie e anche alla scoperta di luoghi e di eventi nella propria città. 

Fino a pochi anni fa la pec certificata gratuita era una realtà aperta a tutti. Tuttavia, con il trascorrere del tempo, le possibilità di creare una pec certificata gratuita si sono limitate, ed ora è possibile attivarla solo per un periodo di tempo limitato, che potrà andare da pochi mesi fino ad un anno.

Potrai provare, quindi, il servizio di pec per poi decidere se passare a quello a pagamento con i provider che ti proponiamo.

Creare una pec certificata gratuita, come fare

La pec certificata gratuita è un servizio grazie al quale avrai la possibilità di provare come si potrà utilizzare la casella di posta elettronica certificata.

Ormai tutti i cittadini dovranno avere una pec, soprattutto per le comunicazioni ufficiali, ma anche per ricevere, ad esempio, le fatture elettroniche da parte dei professionisti che le vogliano inviare.

Potrai iniziare ad aprire una pec gratuita utilizzando i servizi che ti indichiamo di seguito:

  • Aruba

Aruba ti consentirà di aprire una casella pec gratuita per alcuni mesi. Poi, potrai passare alla promozione da 5 euro all’anno più iva. In questo modo potrai iniziare a provare la casella e decidere se passare alla versione a pagamento, che comunque è davvero molto economica, e ti darà accesso a moltissimi servizi, sia per l’invio sia per la ricezione delle email.

  • Legalmail

Anche questo servizio ti consentirà di aprire una casella di pec gratuita, dandoti la possibilità di provarla come tale per ben sei mesi.

Successivamente, potrai decidere se passare al servizio base, che costerà 25 euro più iva all’anno.

  • Postecert

Anche Poste Italiane ha il suo servizio di casella Pec, che potrai sottoscrivere al prezzo di 5,50 euro più iva all’anno.

  • Register

Infine, potrai provare anche la pec di Register, che sarà gratuita per sei mesi dalla sua sottoscrizione. Successivamente potrai continuare a mantenerla attiva per 25 euro più iva all’anno.

nintendo switch

Finalmente ce l’avete fatta, avete acquistato la vostra prima nintendo switch in questo articoli ti daremo dei consigli utili per eseguire correttamente l’installazione.

Bisogna accendere la console dal logo Ninetendo, inserire i controller Joy-Con, che faranno un tipico click che confermerà la corretta collocazione dei controller nella console, a questo punto partirà il tipico logo Nintendo, nella schermata di configurazione dovremo selezionare la lingua, naturalmente sceglieremo l’italiano e poi la regione Europa, andando avanti cercherà le reti, registrarsi inserendo la password della propria rete wifi, poi chiederà il fuso orario, successivamente chiederà di togliere il Joy-Con, che si toglie premendo un pulsante sul retro della console, a questo punto la console ci chiederà di premere sui pulsanti delle Joy-Con una volta il sinistro ed una volta il destro, adesso è possibile reinserire le Joy-Con.

Continua a leggere il post


modificare i pdf

I pdf sono quei file con l’estensione XXX.pdf, è un formato (Portable Document Format), sviluppato da Adobe Systems, Inc.

Questo tipo di formato mantiene il file per come l’abbiamo generato, anche se in alcuni casi, utilizzando dei programmi particolari, è possibile modificarli, ma in linea generale utilizziamo questo formato quando vogliamo riprodurre un documento uguale all’originale.

Andiamo in ordine, avete scritto un documento o creato una fattura e volete trasformarlo in pdf, se avete utilizzato un programma di scrittura, basterà salvare in formato pdf, esiste anche la possibilità di salvare in PDF/A questo tipo di formato non è modificabile, di solito viene usato nei documenti ufficiali, ed è il formato che solitamente si usa per apporre la firma digitale, ma questo è un altro tema che approfondiremo successivamente.

Continua a leggere il post

WhatAlarm: la sveglia parlante per l’iPhone si arricchisce dello shake e della registrazione dell’audio notturno

Gli smartphone ormai sono entrati nella vita di tutti noi, e li utilizziamo per qualsiasi cosa: controllare le email, navigare su Internet, ascoltare musica, guardare video e scattare foto in mobilità. Molta gente usa il proprio device anche come sveglia tramite l’applicazione inserita in iOS, ma esistono delle valide alternative nell’App Store?

Continua a leggere il post

Life! è la nuova app completa di news, oroscopo, meteo e tanto altro

Con il popolare melafonino di casa Apple abbiamo la possibilità di fare un mucchio di cose, come guardare i video di Youtube, leggere le ultime notizie del web, controllare i messaggi email, chattare sui social network e molto altro ancora. Ma se desideriamo avere tutti i nostri contenuti preferiti in un’unica schermata, allora la nuova app Life! è l’ideale.

Continua a leggere il post

tablet22
Vi state chiedendo se sia possibile effettuare chiamate con Tablet? Ovviamente la risposta è positiva, visto che questi dispositivi sono stati creati per coprire molteplici funzioni. Sono disponibili diversi programmi che permettono di trasformare i tablet in telefoni per effettuare chiamate in tutto il mondo a prezzi low cost o gratis.
Se siete in possesso di un iPad, potete effettuare chiamate acquistando la versione WiFi+Cellular, mentre per i dispositivi Android bisogna selezionare il modello adatto e pronto a offrire questo servizio. Ovviamente non mancano le applicazioni universali basate sulla rete internet che vi permetteranno di effettuare chiamate in tutto il mondo.

Continua a leggere il post


In Yahoo è arrivato un nuovo CEO: Marissa Mayer e i cambiamenti iniziano ad arrivare. Infatti, la donna sta pensando alla possibilità di rilanciare i servizi web da parte dell’azienda americana, uno degli obiettivi principali che deve entrare a far parte della politica aziendale.

Continua a leggere il post


Vi è già capitato di collegarvi a Youtube? Provate a farlo e vi accorgerete che qualcosa è cambiato. Stiamo parlando della grafica del sito che è cambiata nuovamente, si tratta dell’ennesimo restyling in due anni ma a parte gli scherzi possiamo dire che le cose sono state fatte davvero bene.

Continua a leggere il post

La società inglese Best STL ha deciso di realizzare un’infografica su quanto è grande Microsoft e quanto si potrebbe realizzare con i ricavi complessivi realizzati dal colosso di Redmond, arrivato al lancio di Windows 8 e alla realizzazione del tablet Surface. L’infografica specifica dei dati numerici di grande importanza analizzando il complesso americano dal 1975 al 2012.

Continua a leggere il post

jump2top free wordpress themes